La mente della donna e le trasformazioni che la maternità apporta


di Angelica La Rosa

“OGNI PERSONA UMANA DEVE LA VITA A UNA MADRE, E QUASI SEMPRE DEVE A LEI MOLTO DELLA PROPRIA ESISTENZA SUCCESSIVA, DELLA FORMAZIONE UMANA E SPIRITUALE” (PAPA FRANCESCO)

La mente della donna e le trasformazioni che la maternità le regala, con incursioni in territori dolorosi e aridi ma che possono essere abitati dalla fantasia, e dalla vita: la sofferenza psichica, il dolore della separazione dei genitori, il dramma dell’abuso, la criminalità, la disabilità.

Sono questi i temi di “IL GREMBO E LA MENTE” (Edizioni San Paolo 2022, 239 pagine, euro 20). L’autore, Brian Vanzo (docente di Psicologia del Perdono presso l’Istituto Universitario Salesiano di Venezia) e un team di giovani professioniste (psicologhe, criminologhe, giornaliste) si sono messi in gioco senza risparmiarsi per offrire un affresco diverso e che può essere veramente compagnia e stimolo per scegliere la vita, per non aver paura del negativo, per non sentirsi sole.

“Il grembo e la mente” è un volume esaustivo che percorre il materno dai suoi aspetti strutturali (le fantasie di gravidanza, il passaggio identitario della donna da nullipara a madre, le condizioni
psicosociali della maternità) fino alle geografie particolari della maternità; coraggioso nell’affrontare la sofferenza transgenerazionale e le periferie esistenziali, così importanti per la riflessione pastorale attuale; un’opera versatile che favorisce un approccio sia per esperti del settore (professionisti socio sanitari) sia per lettori alla ricerca di un approfondimento accessibile e rigoroso.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments