L’esorcista Lampert: “i demoni inducono le persone possedute ad agire come animali”


di Angelica La Rosa

L’ESORCISTA CATTOLICO PADRE VINCENT LAMPERT: “I DEMONI PARLANO CON UNA VOCE MOLTO PROFONDA PERCHÉ CONVINCERE TUTTI CHE SONO LORO AD AVERE IL CONTROLLO E NON DIO”

Intervistato durante un episodio del “Tucker Carlson Today” dal celebre conduttore della Fox News Tucker Carlson, per parlare della realtà dei demoni e del potere di Dio, l’esorcista cattolico padre Vincent Lampert, esorcista da più di 15 anni dell’arcidiocesi di Indianapolis, ha spiegato come le persone aprano la propria vita al demoniaco, i diversi livelli e intensità di possessione, il rito di esorcismo della Chiesa e il potere di Dio sugli spiriti maligni.

Padre Lampert, che si è formato come esorcista a Roma, dove ha partecipato a 40 esorcismi, ha spiegato che i demoni inducono le persone possedute ad agire come “animali” nel tentativo di disonorare Dio, che ha creato l’uomo a sua immagine e somiglianza. “La persona umana è la più grande creazione di Dio perché la persona umana riflette l’immagine divina. E il diavolo, nel suo senso contorto, pensa di poter attaccare Dio attaccando l’Immagine di Dio, che tutti noi portiamo. E così le persone sperimentano diversi tipi di manifestazioni, roteare gli occhi, schiumare alla bocca, ringhiare e grugnire, agendo davvero in modo animale”, ha aggiunto padre Lampert.

Le manifestazioni sono anche tentativi dei demoni di instillare paura e distrarre dal potere di Dio, ha detto Lampert. “Mentre la Chiesa nella sua preghiera vuole dire: ‘Wow, guarda cosa fa Dio in questa persona’”. Quando i demoni parlano è “sempre una voce molto profonda perché vogliono essere autorevoli e convincere tutti che sono loro ad avere il controllo e non Dio”.

Sebbene le manifestazioni demoniache inizialmente spaventassero padre Lampert durante il suo “addestramento”, adesso “queste cose non mi disturbano più minimamente, perché so che la potenza di Dio è maggiore della potenza del male”, ha spiegato.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments