I lockdown sono stati inutili. Lo dice la Johns Hopkins University


di Raffaele Cerbini

LA META ANALISI DELLA UNIVERSITA’ AMERICANA RIVELA CHE IN ITALIA LA NOSTRA ECONOMIA E I NOSTRI DIRITTI SONO STATI AFFOSSATI INUTILMENTE

Il sito con la dashboard lo strumento che consente di monitorare i rapporti e le metriche più importanti per chi le naviga in internet – più cliccata al mondo e che tiene traccia delle infezioni globali da coronavirus è quello della americana – con sede a Baltimora – Johns Hopkins University (JHU),  ovvero la più antica Università di ricerca statunitense.

Nessuno, nemmeno Facebook, che a quanto pare è molto attivo nel censurare in rete le informazioni che contrastano con la narrazione “ufficiale”, si azzarda a contestare in alcun modo l’autorevolezza di questa fonte. Ebbene, questa Università ha recentissimamente pubblicato una revisione della letteratura ed una meta-analisi degli effetti del lockdown sulla mortalità da COVID-19.

Voglio qui proporvi le interessanti conclusioni di questa analisi, che potete comunque leggere integralmente al link

Nel complesso, la nostra meta-analisi non riesce a confermare che i lockdown abbiano avuto un effetto ampio e significativo sui tassi di mortalità.

Gli studi che esaminano la relazione tra il rigore del lockdown (basato sull’indice di rigore OxCGRT) rilevano che, mediamente, in Europa e negli Stati Uniti ha ridotto la mortalità da COVID-19 solo dello 0,2% rispetto a una politica anti-COVID-19 basata esclusivamente sui suggerimenti.

Gli ordini Shelter-in-place (ovvero di rimanere presso il proprio domicilio) si sono dimostrati inefficaci. Hanno ridotto la mortalità per COVID-19 solo del 2,9%

Anche gli studi che esaminano specifici NPI (blocco vs. nessun blocco, mascherine, chiusura di attività non essenziali, chiusura delle frontiere, chiusura delle scuole e limitazione degli assembramenti) non trovano un’ampia base a supporto di un chiaro effetto sulla mortalità da COVID-19. Solo la chiusura di attività non essenziali sembra aver avuto qualche effetto (riducendo la mortalità COVID-19 del 10,6%), probabilmente correlato alla chiusura dei bar.

Inoltre, le mascherine possono ridurre la mortalità per COVID-19, ma esiste solo uno studio che esamina l’obbligo di indossare mascherine [ndr: questo vale per le mascherine FFP2]

L’effetto della chiusura delle frontiere, delle scuole e della limitazione degli assembramenti sulla mortalità da COVID-19 ha prodotto risultati non soddisfacenti, stimati rispettivamente dello -0,1%, -4,4% e 1,6%.

L’imposizione di un lockdown non riduce la mortalità per COVID-19.

Se quanto afferma la JHU è vero, e personalmente non ho alcun dubbio che lo sia, cosa dobbiamo pensare delle misure restrittive messe in atto in Italia? Premiereste i nostri politici confermando loro la fiducia? Informarsi significa poter decidere con consapevolezza!

 

* Specializzato in Medicina Interna e Medicina d’Urgenza,
dal 2013 si concentra sulle terapie innovative,
inclusa la terapia genica e la terapia somatica cellulare

Leggi anche:

Quanto sono affidabili i tamponi antigenici?

Bambini e adolescenti, col vaccino rischio miocardite

I booster vaccinali sono ormai inutili nei minori e nei giovani adulti

Il Covid ormai è una influenza, ma questo il governo non vuole sentirlo dire

Ci stanno obbligando a vaccinarci senza dati in supporto

Ci vogliono imporre una dipendenza da vaccini?

La vaccinazione a oltranza non è scientificamente giustificata

Anticorpi monoclonali e vaccini quasi inutili contro Omicron?

Segnalata una nuova reazione avversa ai vaccini mRNA

Gestione della pandemia uno in pagella al governo italiano

Medici e politici italiani al vaglio della letteratura scientifica

Chi si è ammalato di Covid raramente viene reinfettato

Ecco quanto sono realmente efficaci i vaccini

Il dottor Raffaele Cerbini: “Vaccino ai bambini? Sarebbe meglio adottare un principio di precauzione”

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments